Blog: http://salentolibero.ilcannocchiale.it

Da Nietzsche alla sinistra

Sono più che mai attuali le parole seguenti pensate rivolte a quanti oggi hanno il cervello preso in ostaggio dal falso moralismo, dai luoghi comuni e da un buonismo utopico (oggi alquanto presenti nel pensiero di chi sovente suole schierarsi politicamente a sinistra) che nascondono la brama di potere, la volontà di imperare sugli altri, l'odio e la violenza.
Ogni riferimento a qualsiasi politico amante dello statalismo è puramente voluto.

"[..] ho ritrovato il teologico istinto dell'arroganza ovunque oggi ci si senta <<idealisti>> - ovunque, in virtù di una superiore prosapia, si rivendichi il diritto di guardare alla realtà con un senso di superiorità e di estraneità... L'idealista, precisamente come il prete, ha in mano tutti i grandi concetti (- e non soltanto in mano!), con bonario disprezzo li mette in giuoco contro l'<<intelletto>>, i <<sensi>>, gli <<onori>>, il <<ben vivere>>, la <<scienza>>; vede tali cose sotto di sé, come forze nocive e traviatrici, sulle quali <<lo spirito>> si libra nella sua pura per-seità - come se l'umiltà, la castità, la povertà, in una parola la santità, non avessero recato fino ad oggi alla vita un danno indicibilmente maggiore di qualsiasi mostruosità e vizio..." - Friedrich Nietzsche -

Pubblicato il 7/4/2006 alle 15.37 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web