Blog: http://salentolibero.ilcannocchiale.it

Contrappello per l'occidente

Astrolabio propone un contrappello per l'occidente che faccia più attenzione al tema della libertà; io l'ho sottoscritto forse proprio perché è più un manifesto alla libertà che alla difesa dell'occidente e dei suoi valori, vista la mia strafottenza sul tema del terrorismo internazionale (direte: speriamo allora che facciano saltare in aria te). Di seguito ciò cha ha scritto astrolabio:

"Noi crediamo che tutti gli uomini siano nati liberi, e che la libertà di cui sono dotati dalla nascita sia un loro diritto. Noi crediamo che ogni uomo abbia il diritto a vivere. Crediamo che questi due diritti appartengano a tutti gli uomini in quanto tali, senza distinzione alcuna, che sia di razza, di sesso, di fede, di età, di condizione sociale eccetera. Crediamo che lo stato sia giustificato solo come protettore di questi diritti. Crediamo che lo stato sia un’istituzione nata dai cittadini per i cittadini, i cittadini non sono servi dello stato, ma sono servi e sovrani solo di loro stessi medesimi. Lo stato non può limitare la vita o la libertà dei singoli cittadini se non per gravi e giustificati motivi atti a preservare la vita e la libertà stesse. In particolare lo stato non può fare leggi o agire in modo tale da limitare: la possibilità di esprimere il proprio pensiero e le proprie opinioni, la possibilità di muoversi all’interno del territorio e di lasciare i confini nazionali, la possibilità di associarsi, la possibilità di lavorare e di godere dei frutti del proprio lavoro, ivi compresa la proprietà privata e la possibilità di scambiare liberamente i propri beni legittimamente acquisiti. Se lo stato non adempie la sua funzione, diventando tiranno, i cittadini hanno il diritto di insorgere contro di lui. Se lo stato non garantisce la protezione di questi diritti, i cittadini hanno diritto a difendersi da soli o l'uno con l'altro. Crediamo che la libertà faccia parte del diritto dell’uomo a perseguire la propria felicità nel rispetto degli altri, a dare un senso alla sua vita. Crediamo infine, che la libertà sia il più grande motore per il progresso dell’umanità."

Pubblicato il 1/3/2006 alle 17.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web